1° Dicembre 2009: Giornata Mondiale per la Lotta contro l’Aids

Giornata Mondiale per la Lotta contro l’AidsAnlaids Onlus, Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids, da 25 anni è impegnata in Italia sul tema Aids nello studio, ricerca, cura, prevenzione, informazione, accoglienza e interventi mirati nel paesi a risorse limitate.

Il 1° Dicembre, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, Anlaids, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il sostegno di Mediafriends promuove, sulle reti Mediaset, una Raccolta Fondi a favore di un progetto mirato alla prevenzione materno-fetale da HIV in Guinea Bissau, uno dei paesi più poveri e più colpiti dall’AIDS del continente africano.

E’ possibile fare donazioni all’Anlaids nei seguenti modi:

Tramite c/c postale n. 58032004 intestato ad ANLAIDS Onlus,
via Barberini, 3 00187 Roma

Tramite c/c bancario n. 100000509125 Intesa San Paolo SpA sede di Roma Via della Stamperia, 64
ABI 03069 CAB 03200 CIN L IBAN IT81L0306903200100000509125

Direttamente presso la Sede Nazionale di via Barberini, 3 Roma tel. 06/4820999, oppure presso le Sedi Regionali.

Per tutte le informazioni vi invito a visitare il sito ufficiale dell’Associazione Anlaids: www.anlaids.org.

1° DICEMBRE 2009: GIORNATA MONDIALE LOTTA AIDS


CON ANLAIDS IN GUINEA BISSAU PER UN GRANDE PROGETTO: AIUTARE MAMME SIEROPOSITIVE A FAR NASCERE BAMBINI SANI

Le Vostre donazioni vanno a sostegno della ricerca sull’AIDS, dei progetti di prevenzione, dell’assistenza a persone HIV positive e in AIDS e al sostegno di progetti nel Sud del Mondo.

Fornendoci i vostri dati, potremo emettere la ricevuta che può essere fiscalmente deducibile dalla dichiarazione dei redditi (art. 13 L. 4 dicembre 1997 n. 460).

La trasmissione materno-fetale di HIV avviene, fino al 50% dei casi, durante la gravidanza, il parto o l’allattamento materno.
La prevenzione e le cure riducono quasi totalmente il rischio di trasmissione ma tali interventi risultano di difficile attuazione nei Paesi in cui ce ne è maggior bisogno.

Dai dati raccolti dalle organizzazioni internazionali risulta che, nei Paesi Africani, meno del 10% delle donne sieropositive in gravidanza, ha accesso ai servizi di prevenzione e cura della trasmissione materno-fetale: questo significa condannare al flagello dell’infezione da HIV la nuova generazione africana.

Il progetto Djitu Ten (Djitu Ten in lingua locale significa “Si può”) è realizzato dall’Ospedale Sacco di Milano in collaborazione con ANLAIDS e già attivo dal 2007.

Grazie al progetto è stata organizzata:
– una rete operativa per lo screening delle donne in gravidanza che coinvolge le strutture sanitarie locali;
– interventi pre-partum (trattamento con farmaci e taglio cesareo) realizzati nelle strutture locali sulla base delle linee guida del Ministero della Sanità della Guinea Bissau;
– interventi post-partum per l’allattamento artificiale. La coppia madre-bambino viene seguita da una equipe sanitaria per i successivi 18 mesi dal parto.

Gigi D’Alessio testimonial del progetto, ha scritto il brano “Gente come noi”, colonna sonora dello spot istituzionale. Inoltre durante i concerti del suo tour italiano, sensibilizzerà il pubblico presente e sarà ospite in alcuni programmi televisivi di Mediaset, negli spazi dedicati alla sensibilizzazione del progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.