Terremoto a L’Aquila: gli indagati per il crollo dell’ospedale

Dopo la lista degli indagati per il crollo della Casa dello Studente, del Convitto Nazionale e della sede della Facoltà di Ingegneria, e la lista degli indagati per il crollo in via D’Annunzio, ecco quella degli indagati per il crollo dell’ospedale (fonte Abruzzo24ore.tv):
– Marcello Vittorini, ingegnere e direttore dei lavori dal ’72 al ’91;
– Gaspare Squadrilli, ingegnere;
– Michele Tundo, geometra e direttore del cantiere nel ’72 e ’74;
– Domenico Ciccocioppo, geometra e direttore del cantiere neli anni ’73 e ’79;
– Giorgio Innamorati, presidente commissione collaudo nel ’79;
– Luciano Rocco, componente commissione collaudo.

Altri sette indagati, tutti tecnici e componenti della commissione collaudo sono morti. L’ospedale costo’ nove volte piu’ del previsto. Inaugurato appena dieci anni fa (nel 2000) per una spesa di 200 miliardi delle vecchie lire, non ha retto alla scossa del sei aprile 2009.

Commenti

  • Di parole su questa strage ne sono state spese a valanghe ma la rabbia nel pensare a tutte le vittime ed alle loro famiglie che hanno ingiustamente pagato gli errori/orrori fatti da dei disgraziati (concedetemi il termine) non passerà mai!A distanza di unanno e mezzo non mi capacito di quanto accaduto;vedere la città ridotta a brandelli,girarsi e vedere la distruzione,impalcature ovunque,il deserto in molte zone,la gente che si riversa ancora nei Centri Commerciali unico luogo di ritrovo,il caos dovuto alle strade chiuse,forze dell’ordine sparse per la città e poi passare davanti a luoghi a te cari e non vedere più nulla se non distruzione lacera il cuore e fa salire quel senso di giustizia che NOI tutti vorremmo.Chi ha sbagliato DEVE PAGARE;non è possibile pensare che palazzi di recente costruzione si siano frantumati come biscotti,che le case siano state costruite con sabbia di mare…NO, ACCIDENTI…NO!!!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *