Terremoto de L’Aquila: ora la Procura esamina altri crolli

Dopo quelli legati alla Casa dello Studente e al Convitto nazionale, la Procura dell’Aquila emetterà altri provvedimenti. Si tratta di quelli relativi al crollo della facoltà di Ingegneria a Roio, all’Ospedale San Salvatore e ai palazzi.

Nel crollo della facoltà di Ingegneria – ha spiegato il procuratore Alfredo Rossini – non ci sono stati morti, ma c’è stato il rischio che morissero molti giovani. E’ un crollo, e c’è un reato specifico, come quelli che vengono contestati ad altri“.

Fonte: Piazza Rossetti

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *