Terremoto a L’Aquila: 7 rinvii a giudizio per il crollo della facoltà di Ingegneria

Il Procuratore capo della Repubblica dell’Aquila, Alfredo Rossini, ha depositato oggi nella cancelleria del Gup del Tribunale dell’Aquila le richieste di rinvio a giudizio dei sette dei nove indagati per disastro colposo.

Le due richieste di archiviazione sono state depositate nell’ufficio del Gip.

I sette indagati sono Gian Ludovico Rolli, Giulio Fioravanti , Massimo Calda, Carmine Benedetto, Ernesto Papale, Sergio Basile e Giovanni Cecere. I due indagati che dopo le indagini della Procura non avrebbero avuto ruoli sul crollo della costruzione, sono Mauro Irti e Alessandro Fracassi.

Secondo la Procura della Repubblica e le ulteriori indagini svolte dal Corpo forestale dello Stato vi sarebbero state delle censure nella costruzione realizzata a meta’ anni novanta: «Progetti incompleti dove mancavano dettagli architettonici e costruttivi relativi all’ancoraggio e all’appoggio delle coperture inclinate e mancato controllo».
Avanzati anche rilievi di «carenze e omissioni progettuali, di errori di esecuzione delle opere, di cattiva vigilanza».

Negligenze, secondo i periti nominati dalla Procura, che avrebbero potuto produrre diversi lutti tra gli studenti.

Continua a leggere su PrimaDaNoi.it

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *