Sensation White

Sensation White 2013: in Italia è arrivato il #Sensation Source Of Light

Dopo 13 anni dalla sua nascita è finalmente approdato anche in Italia il “Sensation White – Source of Light“. Sabato notte, presso l’Unipol Arena di Casalecchio (Bologna), ho vissuto un’esperienza unica!

Durante il pomeriggio del 13 aprile scorso la città di Bologna si inizia a riempire di gente vestita completamente di bianco: sono i partecipanti della prima edizione italiana del Sensation White, lo spettacolo del Source of Light, l’evento dance nato ad Amsterdam nel lontano 2000 e che, dopo 5 anni, ha iniziato a superare i confini olandesi per approdare in Germania, Belgio, Polonia, Danimarca, Spagna, Australia, Russia, Cile, Stati Uniti, Canada, Thailandia, Corea del Sud (e non li ho nemmeno citati tutti) per giungere finalmente anche in Italia (nel 2013, c’era da aspettare tanto?), presso l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna.

Trailer Sensation Italy ’13 Source Of Light

Oltre sei ore di performance sul palco, la musica dei migliori dj di fama mondiale, acrobati che si calavano dal soffitto, esplosioni di luci futuristiche e pirotecniche ed effetti speciali sbalorditivi: questo è solo una parte di quello che ho vissuto.

Sensation la sfera del DjIl Sensation si è sempre caratterizzato anche per il suo dress-code total white, ovvero tutti i partecipanti devono essere obbligatoriamente vestiti di bianco, “è un evento unico che mette al centro il pubblico, che diventa parte fondamentale dello show. Il significato del total white: creare un sentimento di coesione e partecipazione che rende l’evento una sensazione appassionante ed emozionante.

Gli appassionati di musica dance ed elettronica aspettavano da tempo quest’appuntamento tutto italiano e finalmente il sogno si è avverato. Spettacolo, divertimento, sentimenti forti, ininterrotta musica house – la mia preferita. Per me un’esperienza davvero straordinaria! Completamente immerso nella musica che più adoro insieme a migliaia di altri partecipanti (eravamo 13mila) con l’unico obiettivo: divertirsi, insieme, ballando.

Ore 21, insieme ai miei compagni d’avventura @_BrunoPaolo_, @Martina_Fazlic e @Red_Milano, entro nell’Arena – area deluxe – e l’emozione era tantissima, non lo nascondo. Aspettavo di vivere quest’evento da un decennio e sono contento che la mia prima volta sia stata qui in Italia, ora la mia promessa è vivere il secondo appuntamento ad Amsterdam, per il Sensation Black dove cambia il ritmo di musica (techno, hardcore e hardstyle) e l’abbigliamento si adegua (tutti categoricamente in nero).

Sensation Mr WhiteL’Unipol inizia pian piano a riempirsi, arrivano tanti giovani (e non!) in bianco che cominciano ad occupare le zone deluxe dei privè e ogni angolo attorno al palco dedicato esclusivamente ai Dj. Qualche prova di luci e alle ore 22 si inizia: solo il palco è illuminato, fumo e luci colorate che ad intermittenza danno il ‘benvenuto’ ai 4 enormi visi posti al centro dell’Arena: scrutano il pubblico, per poi spostarsi ai lati esterni e danno il benvenuto a tutti i partecipanti e a Mr. White (in foto), la personificazione vera e propria di Sensation, un dj vestito e truccato in all-white che ha il compito di stabilire un contatto empatico con il pubblico e farlo entrare nel mood adeguato per la lunga notte di emozioni.

Terminano le parole “Welcome to… Sensation” e scoppia il delirio! In pochi secondi siamo immersi nello spettacolo vero e proprio: sotto le note di Mr. White è iniziato il party vero e proprio che durerà fino alle 4 del mattino.

Sensation White Bologna 2013 – Intro

La line-up di chi ha animato la serata e ha reso unico l’evento Sensation in Italia è stato in ordine di apparizione: Mr. White, Riva Starr, Mark Knight, Sunnery James & Ryan Marciano e Tim Mason.

Le loro musiche le avete sentite più di una volta nell’ultimo anno. Tutti bravissimi! Riva Starr ci dà il benvenuto con una versione “Orizzonti” (feat. Sud Sound System) creata ad hoc per l’evento, ed è pazzesca! Mark Knight ci dà immediatamente ‘dentro’ con la sua musica e Sunnery James & Ryan Marciano (a mio parere i migliori) non ci danno mai un attimo di respiro. Con Tim Mason stava venendo giù l’Unipol Arena!

Ottima musica, bellissima esperienza, bellissima atmosfera, tanto divertimento. Non potevo chiedere di meglio.

P.s.: La sensibilità ai problemi sociali ha sempre caratterizzato Sensation. Ed è per questo che, quest’anno, donerà € 0,50 di ogni biglietto venduto alla Acli di Modena a sostegno delle vittime del terremoto di Modena e finanziare un progetto di educazione musicale nelle scuole della città con la costruzione di aule dedicate alla musica.

Vi lascio a diversi video tratti da YouTube che possono rendere migliore ciò che vi ho appena raccontato. 😉

Performer all’opera e intro di Riva Starr

Performer all’opera e intro di Mark Knight

Intro di Sunnery James & Ryan Marciano

Diversi momenti del Sensation

Commenti

  • Decisamente uno spettacolo nello spettacolo.Favoloso è dire poco.I video visti ti danno la sensazione di vivere qualcosa di irreale. Dal vivo deve essere stato,invece, qualcosa di così coinvolgente e difficile da poter dimenticare. Esperienza unica. Uno spettacolo che,penso,a parole non si può esprimere del tutto quello che si è visto e vissuto in modo assolutamente originale. Complimenti per il racconto scritto che, ti dà, la sensazione di avervi partecipato anche se solo con la mente. Allora al prossimo evento? Ciaooooooooooo 🙂

  • Accipicchia Luca, quanto divertimento e quanta esperienza stai facendo. Vai sempre di più, ne avrai di cose da raccontare !!!! Ciao.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *