Rai Tre con “PresaDiretta” sul terremoto in Abruzzo: la ricostruzione

Il 13 settembre 2009 PresaDiretta dedicò l’intera puntata al terremoto che colpì l’Abruzzo (qui l’articolo).

Ora, a distanza di quasi un anno da quel “lontano” 6 aprile, il programma di Riccardo Iacona ritorna sul posto per vedere cosa è stato fatto per quanto riguarda la ricostruzione de L’Aquila. L’appuntamento è per questa domenica 21 febbraio, alle ore 21.30 su Rai3.

di Alessandro Macina, Elena Stramentinoli e Riccardo Iacona

PresaDiretta fa il punto a quasi un anno dal terremoto dell’Aquila.

Sono ancora 28.000 gli aquilani “dispersi”, quelli che vivono negli alberghi della costa, in appartamenti in affitto temporaneo e a casa di parenti.
Ci sono ancora 3 cantieri aperti del progetto C.A.S.E., quello delle cosiddette “case di Berlusconi”, arredate di tutto punto. Ci sono 166 appartamenti da ultimare e 213 appartamenti da assegnare e mancano all’appello centinaia di prefabbricati in legno leggero della Protezione Civile.
La ricostruzione vera e propria segna il passo. Non è stata ancora emanata l’ordinanza per la ricostruzione del Centro Storico, dove, a parte qualche puntellamento, nulla è stato fatto.

Eppure sono centinaia le case che, con poca spesa, avrebbero potuto essere oggi abitabili.
Anche fuori del Centro Storico, per colpa di ordinanze contraddittorie e della burocrazia gran parte dei cittadini aspettano ancora risposta alle richieste di finanziamento per cominciare i lavori.
Infine ad oggi non c’è un piano di sostegno al commercio né alla piccola e media industria.

La battaglia per far rinascere l’Aquila è ancora tutta da combattere.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *