Mondiali 2010: la Spagna è Campione del Mondo

Al Soccer City Stadium di johannesburg, si vede una finale bloccata, con occasioni mancate da entrambe le parti: Robben non concretizza da solo davanti a Casillas al 63’, Fabregas al 95’ non salta Stekelnburg. Ai tempi supplementari c’è solo la Spagna, che approfitta dell’espulsione di Heitinga al 109’. Il gol del mondiale è di Iniesta, che al 116’ brucia Stekelenburg. In Spagna parte la festa per la prima Coppa del Mondo della loro storia e per la doppietta dopo l’Europeo del 2008, mentre l’Olanda subisce l’ennesima delusione. La terza in tre finali.

L’avvio della partita è tutto spagnolo, e per vedere qualche azione dell’Olanda bisogna aspettare il 15 minuto del primo tempo. Occasioni mancate da entrambe le parti e tentissimi falli, ma l’incontro resta statico per tutto il primo tempo. Nel corso del secondo tempo le due nazionali sembrano essersi destate dal “sonno” dei primi 45 minuti, ma ancora una volta il risultato rimane bloccato sullo 0-0. La partita è viva, ma non si sblocca: servono i tempi supplementari. Al 95’ è Fabregas ad avere la palla per segnare, ma, come Robben, si fa ipnotizzare dal portiere avversario, Stekelenburg, al momento di colpire. L’Olanda sbanda pericolosamente dietro, la Spagna entra da tutte le parti ma eccede nel tenere la sfera: Iniesta ha un’altra occasione colossale al 98’ ma la spreca, non scaricando per i compagni. Al 101’ Jesus Navas vola via sulla destra, ma vede il suo tiro deviato in corner.

La stanchezza inizia a farsi sentire, soprattutto nelle file Oranje: l’Olanda rimane in dieci al 109’, quando Iniesta va via centralmente, e il difensore olandese lo tira giù. Manca pochissimo ai rigori, e su contropiede ecco il gol che decide il Mondiale: al 116’ Fabregas vede Iniesta in area di rigore, il fantasista controlla il passaggio e trionfa su Stekelenburg con un tiro sul secondo palo.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *