Luci su L’Aquila alle 3.32 del prossimo 6 aprile

[aggiornamento di lunedì 8 marzo: Il sei aprile prossimo, ad una anno dal disastroso terremoto, a L’Aquila sarà lutto cittadino. Lo ha deciso stamani il Consiglio comunale dell’Aquila che, all’unanimità, ha recepito una mozione della quale era primo firmatario il consigliere Bernardi. Il sindaco Massimo Cialente ha intanto annunciato che ora bisognera’ studiare, anche con la Commissione Statuto, i meccanismi per istituzionalizzare la data del 6 aprile giornata di lutto cittadino. (Fonte: 6aprile2009.it)]

Tratto da ilCapoluogo.it:

L’Aquila, 6 mar. – Installazioni luminose illumineranno la zona rossa a partire dalle 3.32 del 6 aprile 2010, ad un anno esatto dal terremoto in Abruzzo. E’ stata presentata questa mattina a L’Aquila la prima edizione di Re_place, un’iniziativa che mira a ridare vita a alle aree del centro storico, gran parte del quale ancora in accessibile. Il progetto si espliciterà in una serie di installazioni urbane luminose, affidate all’artista Mario Airo’ con la collaborazione dei giovani dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila.

L’ingresso in città avverrà alla luce dei lampioni e verranno seguiti percorsi preferenziali e la serata sarà costellata di spettacoli e rievocazioni. Alle 3.32 la città tornerà buia lasciando la sola luce delle installazioni luminose. Sarà il primo tassello di una città che punta ad una rinascita anche nel segno dell’arte.

La scelta dei luoghi del centro città è stata fatta sulla base della già avvenuta messa in sicurezza dei loro contesti unitamente al “ruolo” del luogo stesso all’interno della geografia cittadina: saranno piazze, vicoli e spazi finora sfuggiti all’attenzione generale ed estranei ai circuiti che si sono ri-assestati in città.

Promotrice ed ideatrice dell’evento è l’associazione Amici dei Musei d’Abruzzo che da anni studia i problemi del rinnovamento urbano e che nel 2008 ha elaborato la proposta beneficiaria del finanziamento della Regione Abruzzo, stanziato nel 2008 con Avviso pubblico “Protagonismo giovanile e partecipazione attiva“. Presidente dell’associazione è Walter Capezzali. Curatore dell’iniziativa sarà Pier Luigi Sacco, professore ordinario di Economia della Cultura e Pro Rettore alla Comunicazione e all’Editoria – Università IUAV di Venezia.

Non si può pensare ad una vera ricostruzione per L’Aquila – ha detto il professor Saccofino a quando i cittadini non ritroveranno la voglia di costruire un futuro“. 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *