L’Aquila non è Kabul

Eccoci alla mia personale rubrica sugli ultimi acquisti letterari. Ricordo che se volete potete aggiungermi su aNobii

L'Aquila non è KabulSe ne parla da diverso tempo sui canali regionali abruzzesi (Rete8, TRSP, OndaTV) e oggi pomeriggio, approfittando di un’uscita per la piazza, ho comprato L’Aquila non è Kabul – Cronaca di una tragedia annunciata del giornalista abruzzese Giuseppe Caporale.

Di seguito la descrizione che ne da il giornalista di Repubblica Attilio Bolzoni:

Se c’è un giornalista in Italia che può raccontare il terremoto d’Abruzzo, questo giornalista è Giuseppe Caporale. Era lì Giuseppe, la notte del 6 aprile. Era lì, un’ora dopo la distruzione, che si aggirava fra i fantasmi di Onna e fra i vicoli bui della città dell’Aquila. Era lì nei giorni seguenti, è rimasto lì a raccogliere le grida di dolore e di paura degli abruzzesi. Giuseppe Caporale ha cercato di capire, ha indagato, ha anche scoperto quello che qualcuno voleva nascondere. Ha fatto il suo mestiere: scrivere. Senza timori, senza reticenze. Giorno dopo giorno sul suo giornale, “la Repubblica”. E poi, sei mesi dopo, è arrivato questo libro. Già il titolo – “L’Aquila non è Kabul” – annuncia che fra le sue pagine non troverete mai nulla di convenzionale o di scontato. È una cronaca “non autorizzata” del terremoto. Giuseppe Caporale è stato un testimone oculare della tragedia abruzzese. Nel libro rivive il dramma fin dall’inizio, fin da quella notte quando anche a casa sua, a Pescara, la terra ha tremato e i tetti sembravano cedere, i muri crollare. È un diario. Il viaggio disperato fino ai paesi ai piedi dell’Aquila, i primi soccorsi, i morti e i vivi, i padri sopravvissuti ai figli, i feriti tirati fuori dai palazzi. Il racconto del dolore e poi il racconto della rabbia, i mancati allarmi e le tendopoli bollenti d’agosto, le case di sabbia venute giù e le inchieste giudiziarie, l’apocalisse d’Abruzzo e il dopo-terremoto in Molise.

Autore: Giuseppe Caporale
Prezzo: € 14,00
Anno di uscita: settembre 2009
Prefazione: Carlo Bonini
Editore: Castelvecchi

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *