L’Aquila in 3D

Progettare la ricostruzione, utilizzando il Web 2.0 e il software di Google Earth.

Google ha promosso il progetto dell’architetto inglese Barnaby Gunning: “Come Facciamo: L’Aquila 3D”. Questa iniziativa nasce sotto il patrocinio dell’ANFE L’Aquila, dell’Università degli Studi dell’Aquila, dell’Abruzzo Action, del Manfrotto School of Xcellence, della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila e del Comune e della Provincia dell’Aquila.

Per ben 7 week-end, dal 26 settembre, specialisti Google saranno a L’Aquila per avviare laboratori specifici di ricostruzione con il coinvolgimento dei cittadini. Il progetto si propone di realizzare un modello in 3D dell’intera città. Questo permetterà di avviare un masterplan.

L’Aquila 3D” sarà comunque uno strumento di comunicazione del vero stato della città in tempo reale, che potrà essere usato per comunicare ovunque l’effettivo progresso della ricostruzione all’Aquila. Durante questi week-end gli aquilani, a gruppi di 20, verranno accompagnati, da personale del Comune dell’Aquila, in specifiche zone del centro storico per raccogliere il materiale fotografico necessario a costruire il modello.

Nel dettaglio il programma è composto da tre fasi:
SketchUp Days: è la fase che inizierà il 26 settembre e prevede l’insegnamento, del software di modellazione 3D SketchUp, da parte di un esperto Google.
Click Days: fase che durerà sette fine settimana; i cittadini aquilani percorreranno strade, piazze e vicoli de l’Aquila, armati di macchine fotografiche, per scattare foto.
Modellazione 3D: tramite il materiale fotografico e le nozioni da parte di Google sulla modellazione 3D verrà creato il modello virtuale della città de L’Aquila.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *