La Nuova Zelanda si mobilita per Lo Hobbit!

[aggiornamento del 27 ottobre: Il primo ministro neozelandese John Key ha annunciato in conferenza stampa che Lo Hobbit verrà girato nel paese come previsto sin dall’inizio. I delegati della Warner Bros. (tra cui il presidente della New Line Cinema Toby Emmerich) hanno incontrato produttori e politici neozelandesi negli ultimi tre giorni per ricevere la garanzia che le riprese del film non sarebbero state funestate da azioni industriali come il recente boicottaggio messo in atto da una piccola unione che rappresenta 200 attori locali (la NZ Actors Union). Tutta la notizia su Hobbit Film.]

I delegati della Warner Bros. si trovano in Nuova Zelanda per definire se ci sono garanzie di stabilità (dal punto di vista delle leggi del lavoro, che sono quelle contro le quali un gruppo di attori neozelandesi si è appellato invocando un boicottaggio che ha minacciato proprio le riprese de Lo Hobbit) ed, eventualmente, spostare la produzione altrove.

A cercare di convincere i delegati Warner a trattenere le riprese in Nuova Zelanda non ci saranno soltanto Peter Jackson, i produttori de Lo Hobbit e il primo ministro John Key, ma anche tutta la popolazione. Sono state organizzate manifestazioni e raduni (gli “Hobbit Rally“) in cinque città del Paese, per dimostrare alla Warner che il paese è il luogo migliore per girare i film.

Qui sotto potete vedere un filmato virale mandato in onda in TV e online.

(Fonte: BadTaste.it, Hobbit Film, TheOneRing, New Zealand Herald)

Commenti

  • Ciau Elf!;D
    un bacioneeeeee ed in bocca al lupo per questo nuovo inizio!=)
    smaaaaaaack:*

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *