I social network e la propria identità

Un mesetto fa vi avevo avvisato che ero entrato a far parte del gruppo editoriale di “Italia è… Magazine – I colori dell’informazione“. Qualche giorno fa è uscito in edicola il nuovo numero di questa rivista, in cui ora potrete visionare la mia personale rubrica “Inter Nos“.

Di seguito l’articolo con cui ho inaugurato la versione cartacea di Inter Nos.

I social network e la propria identitàOrmai, con l’espandersi dei social network, ognuno sa tutto di tutti. Esistono diversi esempi di comunità virtuali on-line a cui milioni di soggetti si iscrivono comunicando i propri dati personali e per mezzo dei quali gli utenti possono scambiare notizie, immagini e informazioni personali. A causa del falso senso di intimità, gli utenti di queste reti manifestano la disposizione a rivelare informazioni personali con più facilità rispetto a ciò che accade in una relazione tradizionale, dimostrandosi nel contempo poco selettivi nella scelta delle persone con le quali allacciare nuovi contatti. Non da ultimo si perde il controllo dell’utilizzo dei propri dati che, una volta pubblicati in rete, corrono il pericolo di essere riprodotti da parte di altri membri della rete o da terze persone non autorizzate, esterne alla comunità. Questo è il rischio maggiore nel vivere in queste comunità ma, dato che il numero degli iscritti aumenta sempre più e il successo dei social network pare non finire mai, probabilmente perdere la propria identità è un problema da poco.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *