Expo 2015 Milano: il Cirque du Soleil e lo spettacolo di ALLAVITA!

Ho assistito, per la prima volta nella mia vita, ad uno spettacolo del Cirque du Soleil​ e, finalmente, ho potuto emozionarmi tanto quanto desideravo da tempo!

Giovedì sera 14 maggio, grazie ad Expo Milano 2015, ho potuto vedere la prova generale di ALLAVITA!, lo show del Cirque du Soleil (una delle manifestazioni di punta dell’Expo milanese) che avrà vita dal 15 maggio al 30 agosto 2015 – con biglietti dai 25 ai 35euro – presso l’Open Air Theatre della Fiera, un’arena all’aperto da seimila posti con un palco coperto da una superficie di pannelli solari posizionato a sud del Sito Espositivo.

A seguire un sostanzioso antipasto video dello spettacolo

Uno spettacolo giocato tutto sui temi sostenibili dell’Expo (Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita) e segnato, nel prologo, dalla consegna da parte di alcuni attori a tutti gli spettatori di una bustina con dei semi di girasole. Nella prima scena lo stesso gruppo di contadini rende poi omaggio ad un acrobata fiammeggiante portando delle clessidre. Poi è la volta di donne fiore che ondeggiano su steli altissimi. E in seguito… scenografie pazzesche, acrobazie in volo ipnotizzanti e una musica di accompagnamento che sempre più ti circonda e ti rapisce.

ALLAVITA! racconta la storia di un ragazzino, Leonardo, che riceve in dono un seme magico da sua Nonna. Da questo seme appare un amico immaginario, Farro, che lo guida in un fantastico viaggio tra stupore, coraggio e speranza. Lo spettacolo si articola in 14 atti che miscelano la meraviglia dell’arte del circo contemporaneo con quella del teatro, della danza e le esibizioni dei pagliacci. Il tutto intrecciato e arricchito da musiche originali, sorprendenti costumi di scena, trucchi creativi e proiezioni video multimediali.

Non un semplice spettacolo, ma davvero più spettacoli in uno! Uno show unico ed esclusivo che si potrà vedere solo a Expo Milano 2015 e che non verrà mai ripetuto altrove.

Una piccola-grande nota: il cast di questo fantastico show è per metà ‘nostrano’! Ventitré su 48 artisti in scena, scelti dalla maestra delle cerimonie, la regista Krista Monson, sono infatti italiani, protagonista compreso: il 28enne toscano Giacomo Marcheschi.

Una foto pubblicata da Luca Rosati (@rosati_luca) in data:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *