Enel Blogger Award 2012, i vincitori

Enel Blogger Award 2012: concorso ufficialmente concluso!

Enel Blogger Award 2012, i vincitoriIl 7 maggio, presso Villa Lazzaroni in Roma, si è ufficialmente concluso l’Enel Blogger Award 2012, iniziativa indetta da Enel S.p.A. con la finalità  di “contribuire allo sviluppo della cultura e di promuovere la crescita professionale nel settore multimediale riconoscendo il merito personale attraverso l’attribuzione dei premi ai partecipanti che risulteranno vincitori“.

Come molti sanno, seguendomi su Twitter o su Facebook, RosatiLuca.it è risultato vincitore nella categoria Attualità , assieme ad Andrea Quaranta vincitore della categoria Ambiente con Natura giuridica, Francesca Nuzzaco vincitrice della categoria Lifestyle con Vivere a Madrid e Andrea Mazzalai vincitore della categoria Finanza con Icebergfinanza.

LA PREMIAZIONE.Il nostro obiettivo è quello di creare un network di condivisione di esperienze. Una realtà aperta, capace di coinvolgere sempre più persone, dove ognuno possa partecipare in modo paritetico”. Così Raffaele Cirullo, responsabile New Media di Enel, ha aperto la premiazione di questa prima edizione del concorso dedicato alla cultura multimediale.

Come riporta Enel Sharing, Cirullo ha proseguito rivolgendosi direttamente ai quattro vincitori: “Voi oggi diventate un punto di riferimento per il mondo dei blogger, sia per la vostra capacità di scrivere che per quella di coinvolgere gli altri“.

La parola è passata poi a Marco Zamperini, creatore del blog funkyprofessor ed esperto del web 2.0, il quale ha voluto sottolineare la novità  costituita dall’Enel Blogger Award: “Pur essendo tra i decani del fenomeno blog in Italia, sono molto contento di constatare che non conosco nessuno dei quattro vincitori. Il che significa che c’è stata veramente la volontà  di scoprire nuovi talenti, e di questo mi complimento sinceramente con Enel“. Zamperini ha inoltre sottolineato la crescente importanza dei blog come veri e propri mezzi di informazione, capaci di raggiungere il pubblico senza l’intervento di alcun intermediario.

Dopo gli interventi di Cirullo e Zamperini, i quattro blogger premiati sono stati chiamati a raccontare brevemente la propria esperienza. Durante lo spazio dedicatomi ho descritto le mie attività lavorative, il mio blog e ho presentato l’articolo ‘vincitore’.

Enel Blogger Award 2012, la presentazione

QUALCHE CONSIGLIO… Poco prima di passare la parola ad un altro premiato mi è stata posta la domanda “quali possono essere tre consigli da dare a chi vuole portare avanti l’attività da blogger e farsi notare nella rete?

Approfitto del mio blog per essere più esaustivo di quanto non lo sia stato durante la premiazione.

La prima cosa che consiglio è metteteci passione. La voglia di fare, la voglia di condividere le proprie esperienze ai visitatori è già un bel passo per attrarre gli stessi. Fidatevi: tramite le parole traspare quello che state scrivendo e questo penso sia già un ottimo motivo per cui vale la pena ‘essere’ sul vostro blog.

Condividete! La rete offre tantissime opportunità per dare eco a ciò che scrivete: approfittatene. Social network come Facebook, Twitter, Google+ sono già di per sè ottimi mezzi per condividere ogni vostra esperienza, quindi perchè non usarli? Inoltre… è gratis! Createvi la vostra cerchia di contatti, cercate chi ha i vostri stessi gusti e passioni, instaurate un rapporto con loro: non è detto che bisogna essere sempre rintanati sul proprio sito ma potete spostare l’argomento di discussione anche nei vostri profili personali social.

Infine, lo studio. Volete avere maggiore visibilità? Allora non vi resta altro che perdere un’oretta della vostra giornata studiando le tante attività di SEO, di Web Analytics, di comunicazione sui Social Media e tanto altro. Domande del tipo Voglio che su Google esca il mio ultimo post, cosa devo fare? non hanno una facile risposta, ma non è neanche impossibile rispondere: quindi se non sai nulla di ottimizzazione e posizionamento nei risultati di ricerca, non puoi fare altro che acquistare un libro/ebook che tratti questi argomenti e… leggere. Il tutto riempirà il tuo bagaglio di conoscenze, credimi.

IL CONCORSO. Durata 2 mesi, l’iniziativa è stato aperta ai tutti i blogger italiani che periodicamente si interessano di ambiente, finanza, life style e attualità, ovvero le 4 categorie in gara.

Ogni candidato ha segnalato al team dell’Enel un unico articolo del proprio blog in modo da poter gareggiare ufficialmente, previa l’accettazione dello stesso. In questo lasso di tempo hanno partecipato sia blog monotematici che blog personali, tra cui il mio.

All’interno del mio sito ho sempre condiviso pensieri, racconti, esperienze personali e tante curiosità  inerenti passioni e hobby. Da un anno a questa parte ho dato anche maggior risalto a tante notizie inerenti il mondo dei social network, nel cui campo lavoro da quando, a fine 2010, mi sono trasferito a Milano.

Durante le vacanze natalizie di fine 2011 mi fu segnalata l’apertura di questo concorso marchiato Enel che ho trovato immediatamente originale e decisamente interessante, e, come si suol dire, ‘io c’ho provato’: ho candidato RosatiLuca.it segnalando l’articolo del 7 aprile 2009 dedicato interamente a ciò che ho vissuto la notte precedente, ovvero quando ero presente al terremoto di cui tutti sono sicuramente a conoscenza.

L’ARTICOLO. All’epoca ero uno dei tanti studenti universitari a L’Aquila che mai avrebbero pensato di vivere un evento simile. L’intera candidatura è stata accettata e inserita in Attualità. Ogni articolo partecipante, per poter aspirare alla vittoria, doveva essere votato in maniera univoca dagli utenti.

Perchè ho motivato il mio articolo ‘attuale’? Come ho descritto nell’intervista per Histonium.netLa dura vita del post-terremoto era tragica allora come lo è adesso. La situazione a L’Aquila non si è ancora stabilizzata! Sono usciti tanti racconti e tanti libri che descrivono ogni singolo momento di ciò che la città  e i suoi abitanti hanno vissuto prima, durante e dopo la catastrofe. Quello che ho vissuto io è solo una delle tante storie e molte di queste, purtroppo, non ancora hanno un termine. Io non vivo più a L’Aquila e posso dire di stare ‘bene’, ma chi ha le sue radici lì nella terra aquilana ed o non ha altre possibilità  di andare via o – giustamente – non vuole farlo, sta vivendo qualcosa di tragicamente indimenticabile. Nel mio piccolo, in questi anni, ho sfruttato il web per dare eco a tutto ciò che accadeva e che accade lì, usufruendo sia del mio sito personale, divulgando notizie e segnalazioni, e sia dell’intero mondo dei social network che giungono in maniera nettamente più veloce agli occhi degli internauti. Come tanti altri ho sempre pensato che l’informazione in televisione fosse ‘deviata’ e a tratti ignorata da coloro che dovevano offrirla in modo neutrale agli spettatori, ecco perchè ho voluto dare visibilità al mio articolo e a ciò che ho vissuto. Avere un punto di partenza per dare nuovamente eco a una situazione che in tutte le zone terremotate non ancora migliora.

Basta leggere questo mio articolo dedicato ai 3 anni dal terremoto per sapere in che condizioni si trova – ancora – L’Aquila e tutto il territorio colpito.

Come sempre, quando parlo di questo concorso, non posso assolutamente fare a meno di ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me, per simpatia, per amicizia, per semplica conoscenza, e per voglia di premiare un argomento tanto delicato come questo del terremoto abruzzese. Il merito di tale vittoria è in gran parte vostro. Grazie!

Commenti

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *