Carlo Verdone regista: tanti film che regalano emozioni!

In questi giorni di quarantena mi sono imposto di recuperare tutta la filmografia – da regista – di Carlo Verdone, un personaggio della commedia italiana che ho sempre ammirato ma di cui non ho mai avuto modo di vedere tutti i suoi film. La situazione attuale di clausura in casa è stata l’occasione di colmare questa lacuna, anche grazie ad Amazon Prime Video che da qualche tempo ha reso disponibili proprio questi film che mi interessavano:

Un sacco bello (1980), Bianco, rosso e Verdone (1981), Borotalco (1982), Acqua e sapone (1983), I due carabinieri (1984), Troppo forte (1986), Io e mia sorella (1987), Compagni di scuola (1988), Il bambino e il poliziotto (1989), Stasera a casa di Alice (1990), Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992), Al lupo al lupo (1992), Perdiamoci di vista (1994), Viaggi di nozze (1995), Sono pazzo di Iris Blond (1996), Gallo cedrone (1998), C’era un cinese in coma (2000), Ma che colpa abbiamo noi (2003), L’amore è eterno finché dura (2004)*, Il mio miglior nemico (2006), Grande, grosso e… Verdone (2008), Io, loro e Lara (2010), Posti in piedi in paradiso (2012), Sotto una buona stella (2014), L’abbiamo fatta grossa (2016), Benedetta follia (2018).

*Al momento disponibile solo su Netflix.

Cosa mi ha colpito dei suoi lavori? L’alta attenzione sui dettagli dei personaggi e delle storie, l’uso intelligente dei dialoghi, dei tempi e delle pause, e la grande capacità di inserire un elemento comico anche in momenti ‘oscuri’ su cui poter ironizzare e grazie al quale riuscire a divertire il pubblico.

Cosa mi ha sorpreso dei suoi lavori? Il finale malinconico di tanti dei suoi film. Ripenso infatti: al colpo di scena di Mimmo con sua nonna Teresa in “Bianco, rosso e Verdone”; ai dialoghi di Sergio e Nadia in “Borotalco”; all’impossibilità della relazione tra Rolando e Sandy in “Acqua e sapone”; alla solitudine di Carlo costretto a pagare per tutti gli errori della sorella Silvia in “Io e mia sorella”; all’incontro tra i fratelli Gregorio, Livia e Vanni con il proprio padre in “Al lupo al lupo”; alla partenza in treno di Iris in “Sono pazzo di Iris Blond”. Di quest’ultimo il finale che più di tutti mi ha rattristito.

Tutti film che assolutamente vi invito a recuperare perché danno compagnia, fanno divertire, fanno riflettere, hanno sentimento e regalano vere emozioni.

Ho avuto la possibilità di vedere e ascoltare dal vivo Carlo Verdone nel 2016, a Milano, per il primo appuntamento di “Lezioni sul Progresso”, l’iniziativa di Fondazione Telecom Italia per diffondere la cultura scientifica tra i più giovani (QUI il video intero del suo intervento). Ascoltarlo è stato un grandissimo piacere, lo si fa senza fatica ed è stato molto interessante sentire dal vivo i vari aneddoti legati alla sua persona, alla sua carriera e ai suoi film. Spero di rincontrarlo in futuro dal vivo.

E ora… quali sono i film che mi sono piaciuti di più? Difficile stilare una classifica precisa e puntuale dei 26 film usciti fino ad oggi, ma per ognuno riesco a dare almeno un mio personale voto. Eccoli in ordine di uscita. 🙂

4,5 su 5
Un sacco bello (1980), Acqua e sapone (1983), Al lupo al lupo (1992)

4 su 5
Il bambino e il poliziotto (1989), Perdiamoci di vista (1994), Posti in piedi in paradiso (2012), Bianco, rosso e Verdone (1981), Compagni di scuola (1988), Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992), Sono pazzo di Iris Blond (1996)

3,5 su 5
Borotalco (1982), Io e mia sorella (1987), Stasera a casa di Alice (1990), L’amore è eterno finché dura (2004),
Il mio miglior nemico (2006), L’abbiamo fatta grossa (2016)

3 su 5
Troppo forte (1986), Viaggi di nozze (1995), Gallo cedrone (1998), C’era un cinese in coma (2000), Ma che colpa abbiamo noi (2003), Benedetta follia (2018), I due carabinieri (1984)

2,5 su 5
Io, loro e Lara (2010), Sotto una buona stella (2014)

2 su 5
Grande, grosso e… Verdone (2008)

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *