Abruzzo dal Vivo Winter: la 2° edizione a partire da metà dicembre

Torna Abruzzo dal Vivo, la rassegna voluta e sostenuta la scorsa estate dalla Regione Abruzzo per rivitalizzare il tessuto sociale dei 23 comuni del cratere sismico abruzzese 2016-2017. E lo fa in uno scenario davvero particolare: quello natalizio.

Il progetto Abruzzo dal Vivo rappresenta una reale, concreta, gioiosa opportunità di rinascita nel segno della cultura e dello spettacolo per tutti i territori abruzzesi colpiti dal sisma del 2016, una possibilità di infondere nuova linfa vitale alle popolazioni che con tenacia e perseveranza continuano a lavorare e credere nelle qualità e potenzialità della nostra bella terra.

Cogli l’occasione per vivere gli eventi programmati in questi due mesi, non solo per visitare i luoghi conosciuti vivendoli in modo diverso, ma anche per andare alla scoperta di nuovi paesi e borghi ricchi di suggestioni e di storia, con la “scusa” di assistere a un bello spettacolo.

L’idea – spiega meglio in proposito Luciano Monticelli, consigliere Delegato alla Cultura della Regione Abruzzo – è quella di riproporre una formula che nei mesi estivi ha riscosso molto successo, consentendo anche a piccoli borghi quasi dimenticati di tornare a vivere grazie ai moltissimi turisti accorsi per godere degli spettacoli. Proprio da questa considerazione è maturata la volontà di fare altrettanto in un periodo in cui l’Abruzzo può contare anche sul turismo invernale, oltre che godere delle suggestioni tipiche di questo particolare periodo dell’anno“.

Gli appuntamenti della seconda edizione di Abruzzo dal Vivo Winter, infatti, si snoderanno, questa volta dalla metà di dicembre 2018 alla metà di gennaio 2019. Ad arricchire gli spettacoli, dunque, l’atmosfera del periodo natalizio con tutto ciò che essa sa portarsi dietro.

Il progetto – continua Francesco Di Filippo, direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Abruzzo –, che prende vita grazie al finanziamento del MiBAC per realizzare spettacoli dal vivo e grandi eventi nei centri colpiti dal sisma, ci permetterà nuovamente di assolvere a una duplice funzione: da una parte quella di essere sostegno per i soggetti culturali, animando nuovamente un circolo virtuoso di esperienze professionali, dall’altro quella di contribuire al rilancio di un cratere che fa fatica a decollare“.

Sono certo – conclude il Delegato regionale alla Cultura – che il periodo natalizio scelto per dare vita a questa seconda edizione è il più giusto per la realizzazione di tale idea. Ciò che è accaduto nei mesi scorsi, con un coinvolgimento senza precedenti, ci dimostra che la formula può essere ripetuta e che il nostro territorio è ben lieto di accogliere progetti di tal genere. Ancora una volta pertanto torniamo a lavorare per dar spazio alla potenza della cultura come strumento di aggregazione e di crescita“.

Abruzzo dal Vivo è il festival della voglia di rinascita degli abruzzesi, in cui la cultura è la protagonista con la sua potenza di crescita e aggregazione – commenta l’assessore al Turismo Giorgio D’Ignazio – questo progetto, fortemente voluto dalla Regione con il sostegno di Mibac, unisce cultura e turismo, due tasselli imprescindibili di valorizzazione del territorio. Solo unendo le energie in uno sforzo comune daremo la possibilità agli ospiti, sia italiani che stranieri, di godere di un variegato calendario di eventi e performance alla possibilità di visitare luoghi unici nei 23 Comuni partecipanti“.

I Comuni del cratere sismico che aderiscono all’iniziativa sono: Teramo, Barete, Cagnano Amiterno, Campli, Montereale, Campotosto, Capitignano, Castel Castagna, Castelli, Civitella del Tronto, Colledara, Cortino, Crognaleto, Fano Adriano, Farindola, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano, Pietracamela, Pizzoli, Rocca Santa Maria, Torricella Sicura, Tossicia, Valle Castellana. Il calendario completo degli eventi è su abruzzodalvivo.it.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *