1° Dicembre 2009: Giornata Mondiale per la Lotta contro l’Aids

Giornata Mondiale per la Lotta contro l’AidsAnlaids Onlus, Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids, da 25 anni è impegnata in Italia sul tema Aids nello studio, ricerca, cura, prevenzione, informazione, accoglienza e interventi mirati nel paesi a risorse limitate.

Il 1° Dicembre, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, Anlaids, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il sostegno di Mediafriends promuove, sulle reti Mediaset, una Raccolta Fondi a favore di un progetto mirato alla prevenzione materno-fetale da HIV in Guinea Bissau, uno dei paesi più poveri e più colpiti dall’AIDS del continente africano.

E’ possibile fare donazioni all’Anlaids nei seguenti modi:

Tramite c/c postale n. 58032004 intestato ad ANLAIDS Onlus,
via Barberini, 3 00187 Roma

Tramite c/c bancario n. 100000509125 Intesa San Paolo SpA sede di Roma Via della Stamperia, 64
ABI 03069 CAB 03200 CIN L IBAN IT81L0306903200100000509125

Direttamente presso la Sede Nazionale di via Barberini, 3 Roma tel. 06/4820999, oppure presso le Sedi Regionali.

Per tutte le informazioni vi invito a visitare il sito ufficiale dell’Associazione Anlaids: www.anlaids.org.

1° DICEMBRE 2009: GIORNATA MONDIALE LOTTA AIDS


CON ANLAIDS IN GUINEA BISSAU PER UN GRANDE PROGETTO: AIUTARE MAMME SIEROPOSITIVE A FAR NASCERE BAMBINI SANI

Le Vostre donazioni vanno a sostegno della ricerca sull’AIDS, dei progetti di prevenzione, dell’assistenza a persone HIV positive e in AIDS e al sostegno di progetti nel Sud del Mondo.

Fornendoci i vostri dati, potremo emettere la ricevuta che può essere fiscalmente deducibile dalla dichiarazione dei redditi (art. 13 L. 4 dicembre 1997 n. 460).

La trasmissione materno-fetale di HIV avviene, fino al 50% dei casi, durante la gravidanza, il parto o l’allattamento materno.
La prevenzione e le cure riducono quasi totalmente il rischio di trasmissione ma tali interventi risultano di difficile attuazione nei Paesi in cui ce ne è maggior bisogno.

Dai dati raccolti dalle organizzazioni internazionali risulta che, nei Paesi Africani, meno del 10% delle donne sieropositive in gravidanza, ha accesso ai servizi di prevenzione e cura della trasmissione materno-fetale: questo significa condannare al flagello dell’infezione da HIV la nuova generazione africana.

Il progetto Djitu Ten (Djitu Ten in lingua locale significa “Si può”) è realizzato dall’Ospedale Sacco di Milano in collaborazione con ANLAIDS e già attivo dal 2007.

Grazie al progetto è stata organizzata:
– una rete operativa per lo screening delle donne in gravidanza che coinvolge le strutture sanitarie locali;
– interventi pre-partum (trattamento con farmaci e taglio cesareo) realizzati nelle strutture locali sulla base delle linee guida del Ministero della Sanità della Guinea Bissau;
– interventi post-partum per l’allattamento artificiale. La coppia madre-bambino viene seguita da una equipe sanitaria per i successivi 18 mesi dal parto.

Gigi D’Alessio testimonial del progetto, ha scritto il brano “Gente come noi”, colonna sonora dello spot istituzionale. Inoltre durante i concerti del suo tour italiano, sensibilizzerà il pubblico presente e sarà ospite in alcuni programmi televisivi di Mediaset, negli spazi dedicati alla sensibilizzazione del progetto.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *